spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif
HeaderLeft.gif HeaderTop3.gif HeaderTop2.gif spacer.gif
26 Set 2017 
spacer.gif
spacer.gif spacer.gif Rianto spacer.gif
BannerTop.gif Logo spacer.gif
BannerLeft.jpg Intestazione BannerRight.jpg spacer.gif
BannerBott.jpg spacer.gif
HeaderBottbg.jpg spacer.gif
Menu principale

On-line

Abbiamo
1 ospite e
0 utenti online

Sei un utente non registrato. Puoi fare il login qui o puoi registrarti gratuitamente cliccando qui.



Login utente
Utente
Password
Ricordami


Non hai ancora un account? Puoi crearne uno qui gratuitamente.



presentazione
FABBRI IN PIAZZA
4^ Forgiatura dal vivo in estemporanea

Savignano sul Rubicone 13 - 14 dicembre 2014

Savignano fa quattro e si rinnova: nuova location ed un tema non più legato al personaggio che l’ha resa celebre (Giulio Cesare) bensì un progetto proposto dai ragazzi dell’Istituto “A Merlara” diretto dalla vulcanica Suor Mirella. Si tratta di un cuore dalle grandi dimensioni, sezionato alla maniera di Alberto Burri nei suoi “Cretti”, in cui su ogni sezione è stata incisa una parola riconducibile ad una emozione. Le parole scolpite nel duro metallo, che tutti dovremmo tenere bene a mente, sono state pensate e trascritte con la calligrafia di venti ragazzi ospiti dell’Istituto e sono le seguenti: Amore, Amicizia, Fedeltà, Fraternità, Altruismo, Felicità, Educazione, Famiglia, Ascoltare, Luce, Grazie, Identità, Nutrimento, Crescita, Pazienza, Dono, Condividere, Possibilità, Accogliere e Dolore. Si, anche dolore che è l’unica parola negativa tanto da essere incisa capovolta. Nelle 2 giornate di forgiatura, sono stati sempre i ragazzi, sotta l’attenta supervisione dei Maestri Fabbri, a loro volta  diretti  dall’intraprendente Davide Caprili, ad incidere le parole sul ferro e non sono mancate le emozioni che procura il metallo a chi si avvicina per la prima volta ad esso, cercando di plasmarlo; ben presto i neofiti si son resi conto di quanto sia “scorbutico” questo minerale e quanto sia difficile plasmarlo, ma con tenacia e determinazione hanno portato a termine il lavoro.
Come consuetudine, tutti gli invitati sono stati magnificamente albergati e ristorati a spese dell’amministrazione comunale.  l’ultima sera, in occasione dell’inaugurazione della scultura appena realizzata, sono stati ospiti dell’Istituto A. Merlara dove, al termine della squisita cena preparata da Suor Mariella, è stata collocata l’Opera nell’ingresso principale della struttura, affinché chiunque varchi quella soglia, possa leggere e interiorizzare quelle parole.

Antonello Rizzo


Footerdot.gif
Editoria specializzata in arte-artigianato    


Sito creato da Alcad Crediti Powered by MDPro