spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif
HeaderLeft.gif HeaderTop3.gif HeaderTop2.gif spacer.gif
26 Set 2017 
spacer.gif
spacer.gif spacer.gif Rianto spacer.gif
BannerTop.gif Logo spacer.gif
BannerLeft.jpg Intestazione BannerRight.jpg spacer.gif
BannerBott.jpg spacer.gif
HeaderBottbg.jpg spacer.gif
Menu principale

On-line

Abbiamo
1 ospite e
0 utenti online

Sei un utente non registrato. Puoi fare il login qui o puoi registrarti gratuitamente cliccando qui.



Login utente
Utente
Password
Ricordami


Non hai ancora un account? Puoi crearne uno qui gratuitamente.



presentazione
9^ SCHMIEDE- BIENNALE
GASTLAND: ITALIEN
KOLBERMOOR, 02 - 05 AGOSTO 2012

VEDI LE FOTO

Kolbermoor è una piccola cittadina situata al confine con l'Austria ed a soli 150 km da Bolzano.
In questo luogo, ogni due anni si svolge un’interessante manifestazione di forgiatura in piazza, con relativa esposizione di sculture in ferro. Quest'anno la manifestazione è stata dedicata ai fabbri italiani, e l'invito è stato accettato da 7 artisti: Claudio Bottero, Mario Converio, Enrico Faccio, Roberto Giordani, Roberto Magni, Jadran e Martino Stenico, Gianluca Volonterio. Essi hanno  esposto le loro opere nel giardino di un noto ristorante di Kolbermoor e nel luogo della forgiatura. Nei tre giorni stabiliti, si sono alternati alle forge un gran numero di artisti provenienti da tutta Europa e dalla Russia, eseguendo manufatti in tre ore, rispondenti al tema della manifestazione: "Fratelli di Ferro". Nella piazza adiacente la forgiatura, sono stati allestiti dei tavoli, per consentire a tutti di consumare pasti preparati sul posto da personale specializzato proveniente dall'Italia ed anche tedeschi. Il tutto, ovviamente, innaffiato dall'ottima birra tedesca ad un costo per noi italiani molto basso (quasi uguale a quello dell'acqua). Inoltre nella stessa piazza, era presente un gruppo di artigiani che ha realizzato delle fusioni, utilizzando matrici ricavate con della finissima terra refrattaria.  In un altro gazebo, è stato presentato un "nuovo" metallo denominato "MECU", spiegandone le caratteristiche ed i vantaggi. Inoltre c’erano anche artigiani che davano indicazioni sulle tecniche di forgiatura ed altri che esponevano le proprie creazioni. Insomma, per i visitatori, giunti a migliaia, non c'è stato da annoiarsi.  Nell'ultimo giorno, tutte le opere realizzate sono state battute all'asta e l'impareggiabile Peter Elgass ha egregiamente condotto la battitura, riuscendo a far lievitare il valore di tutte le sculture. Il valore più basso è stato di 100 euro e quello più alto di 750 euro,  raggiunto dall'opera realizzata da Mario Converio con l'aiuto di Dominique Turano. Alla fine si è assistito ad una manifestazione con una formula nuova, dove tutti i partecipanti hanno potuto esibirsi in ciò che, oltre ad essere il proprio lavoro, è soprattutto passione. Infatti, ciò che si è notato sul viso dei presenti è stata grande soddisfazione, per le giornate vissute in grande spensieratezza e senza l'assillo della competizione e della vittoria ad ogni costo.

Antonello Rizzo
INCUDINE-MORSA


Footerdot.gif
Editoria specializzata in arte-artigianato    


Sito creato da Alcad Crediti Powered by MDPro