spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif spacer.gif
HeaderLeft.gif HeaderTop3.gif HeaderTop2.gif spacer.gif
27 Lug 2017 
spacer.gif
spacer.gif spacer.gif Rianto spacer.gif
BannerTop.gif Logo spacer.gif
BannerLeft.jpg Intestazione BannerRight.jpg spacer.gif
BannerBott.jpg spacer.gif
HeaderBottbg.jpg spacer.gif
Menu principale

On-line

Abbiamo
1 ospite e
0 utenti online

Sei un utente non registrato. Puoi fare il login qui o puoi registrarti gratuitamente cliccando qui.



Login utente
Utente
Password
Ricordami


Non hai ancora un account? Puoi crearne uno qui gratuitamente.



presentazione
XX BIENNALE EUROPEA D'ARTE FABBRILE
Campionato del Mondo di Forgiatura 2013
Rassegna dell'Artigianato del Ferro Battuto

Stia 5 - 8 Settembre 2013

Alla ventesima edizione della "Biennale Europea d'Arte Fabbrile" ci sono andato con mio figlio Alessandro, affinché si rendesse conto personalmente delle emozioni che può suscitare un evento di levatura internazionale in cui sono presenti fabbri/artisti provenienti da ogni nazione (persino dall'Australia !) ed esprimesse le sue impressioni di persona completamente estranea a questo mondo.
Persa nell’Appennino, troviamo Stia. Della classica e cinematografica campagna toscana ha ben poco, ma possiede di converso ben più da offrire al viaggiatore che sa cercare. Compresa tra monti e boschi, situata all’interno del parco naturale del Casentino, Stia è un ottimo punto di partenza per chi voglia godere delle bellezze floreali e faunistiche tipiche dell’Appennino. E’ infatti possibile, con un po’ di fortuna, ammirare esemplari di aquile e lupi, oltre alle più diffuse specie di ungulati come cinghiali e caprioli.
Questo paesino di poche anime, collegato al mondo da strade d’altri tempi e immerso nella tranquillità di un’oasi naturale, ogni due anni si accende, si illumina, si surriscalda al calore delle forge e resta ipnotizzato dal ritmo dei martelli. Da tutto il mondo vi giungono per confrontarsi i migliori Maestri Forgiatori, richiamati da un appuntamento d’eccezione, il più importante in Italia: la Biennale Europea d’Arte Fabbrile.
Arrivati a Stia, in piazza Mazzini, luogo della forgiatura, la prima cosa che abbiamo notato è stata la nuova fontana donata dallo stilista Pierre Cardin e realizzata dal Maestro Claudio Bottero. Vederla dal vivo ha suscitato in noi varie emozioni di stupore e meraviglia ed i presenti hanno manifestato tanta ammirazione.
L’edizione 2013 ha presentato, come ulteriore novità, l’utilizzo del lanificio, recentemente restaurato, come prestigioso palcoscenico per circa 50 espositori, lasciando l’abituale cornice di piazza Tanucci a favore di un maggior spazio espositivo improntato ad un orientamento teso alla valorizzazione del patrimonio archeo-industriale locale. Mentre piazza Tanucci aveva il privilegio di ospitare le opere dei maggiori artisti del ferro, proponendosi come un salotto a cielo aperto dove godere delle attività di contorno alla manifestazione, dai concerti di musica classica al rock “nostrano”, il tutto magnificamente reso possibile dall’instancabile e puntuale macchina organizzatrice.
Dal momento dell’inaugurazione alla presenza delle autorità, sino alla cerimonia di premiazione del Campionato del Mondo di Forgiatura, la domenica pomeriggio, si è assistito ad un movimento pressoché ininterrotto di persone pronte ad accorrere ora ad una conferenza sul ferro, ora attratti dall’agonismo del campionato di forgiatura, oppure incuriositi dal processo di creazione del ferro da un bassofuoco, diretto dall’americano Lee Sauders e dall'italiano Lucio Pari o, ancora, pronti ad ammirare l’opera degli allievi del maestro Bottero o dei talentuosi forgiatori israeliani capeggiati da Zeeviek Gottlieb  
La prova di forgiatura non ha subito variazioni, si è svolta nella consueta location di piazza Mazzini, dove le 12 forge, e le 12 incudini, hanno visto darsi il cambio i martelli di circa 200 fabbri/artisti, i quali, nel tempo massimo di 3 ore, hanno plasmato il ferro incandescente, dando vita a circa 150 opere tutte rispondenti al tema assegnato: "Plasticità"
Va citata anche la presenza del Concorso Internazionale di Progettazione e Disegno “Pier Luigi della Bordella”, nel quale sono stati dichiarati vincitori parimerito VITO CAPOZZA (ITA) e PEAT OBERON (UK). 
A fine gara, la giuria ha esaminato tutti i manufatti e li ha valutati, assegnando un voto da 1 a 15. 
I fabbri/artisti premiati sono stati: l'italiano CARMELO CARMENI nella categoria singoli e gli austriaci EBUER, KLEMENT REISINGIER, TASCHUR, WITSHNIG nella categoria gruppi.

 (l'articolo è stato redatto da Antonello e Alessandro Rizzo)



Composizione della giuria:

- DOTT. PAOLO BLASI - Presidente (ITALIA) 
- MICHAEL BONDI (STATI UNITI)
- PAVEL TASOVSKY (REP. CECA) 
- CHRISTOPF FRIEDRICH (SVIZZERA) 
- CRIS TOPP (INGHILTERRA)
- PETER ELGASS (GERMANIA)



Vincitori:

 Categoria singolo maschile

1° CARMELO CARMENI - ITALIA
2° PETER REISINGIER  -
AUSTRIA
3° FABRIZIO BOCCINGHIER  -
ITALIA



Categoria a squadre

1° REISINGIER, TASCHUR, EBUER, WITSHNIG, KLEMENT  - AUSTRIA 1
2° PEARCE, BURNE, BOWER - INGHILTERRA 1
3° BEAMES, RENNINSON, BIGNEL, BLOWER - AUSTRALIA 1



Altri riconoscimenti 

Menzioni speciali per gli stand: Roberto Giordani ed Enrico Faccio.
Per l'opera "You and Me" realizzata in estemporanea da Johan Van Eeno (Belgio)
Premio speciale per il design: Jadran e Martino Stenico (Ardea - Roma)




Concorso Internazionale di Disegno e Progettazione
Pier Luigi Della Bordella


Parimerito VITO CAPOZZA - Italia e PEAT OBERON - Inghilterra

Stand

Allestimento stand sezione tradizione: Danilo Panzeri (Orsenigo - CO).
Allestimento stand sezione innovazione: Roberto Magni ( Casatel San Niccolò - AR).


VEDI LE FOTO DELLE OPERE REALIZZATE

VEDI LE FOTO DELLE OPERE E ARTISTI PREMIATI

VEDI LE FOTO DEGLI STAND


Footerdot.gif
Editoria specializzata in arte-artigianato    


Sito creato da Alcad Crediti Powered by MDPro